TEST PER LA VERIFICA DI APPRENDIMENTO

CORSO CARRELLI

Moduli Giuridico, Normativo e Tecnico

    Da compilarsi a cura del partecipante:









    gg/mm/aaaa

    -----------------------------------------

    1) I carrelli soggetti a verifiche periodiche da parte di istituti o enti autorizzati sono:


    a) quelli a braccio telescopico;b) quelli a braccio telescopico se con portata superiore 2.000 kg;c) tutti tranne i carrelli elevatori usati in spazi chiusi.

    2) Secondo l’Art. 69 il “lavoratore esposto” nell’ambito di utilizzo di un’attrezzatura di lavoro è:


    a) il lavoratore che conduce l’attrezzatura;b) il lavoratore che si trovi interamente o in parte in una zona pericolosa;c) il lavoratore che ha subito un infortunio.

    3) In caso di noleggio di un’attrezzatura contenuta nell’elenco dell’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012 e che prevede una specifica formazione:


    a) il noleggiatore non è tenuto a verificare il nominativo del lavoratore addetto;b) il noleggiatore è tenuto a verificare il nominativo del lavoratore addetto;c) il noleggiatore effettua un corso della durata di 1 ora prima di affidare il mezzo.

    4) Le attrezzature da lavoro non marcate CE:


    a) devono essere obbligatoriamente dismesse;b) possono essere utilizzati per altri 10 anni;c) devono essere adeguate alle prescrizioni dell’All. V.

    5) Il lavoratore minorenne:


    a) può essere adibito alla guida dei carrelli elevatori solo se in possesso di patente A;b) può essere adibito alla guida dei carrelli elevatori solo se in possesso di patente A e di idonea formazione;c) non può essere adibito alla guida dei carrelli elevatori.

    6 Il baricentro del carico:


    a) coincide sempre con il centro geometrico del carico;b) corrisponde al punto più pesante del carico;c) corrisponde al punto di applicazione della forza di gravità.

    7) Il momento stabilizzante del carrello elevatore:


    a) è funzione della geometria del carrello;b) può essere aumentato applicando zavorra in coda al carrello elevatore;c) non influisce per ridurre il rischio di ribaltamento e rovesciamento.

    8) Mentre si percorre una salita con un carrello elevatore carico, per aumentare la sicurezza:


    a) si deve procedere tenendo il carico a valle;b) si deve procedere tenendo il carico a monte;c) è indifferente la posizione del carico.

    9) Il lavoratore addetto alla conduzione di particolari attrezzature che possono comportare rischi elevati:


    a) riceve copia del manuale d’uso e manutenzione e approfondisce autonomamente l’argomento;b) viene formato e addestrato a cura del datore di lavoro;c) acquisisce esperienza con gli anni di lavoro e la pratica in azienda.

    10) Il “cicalino” di retromarcia:


    a) va tenuto sempre funzionante;b) può essere disattivato se costituisce un fastidio per i lavoratori o il vicinato;c) non è obbligatorio.

    11) La segnalazione dei percorsi a terra:


    a) è obbligatoria e l’assenza è sanzionata;b) è obbligatoria solo se circolano 2 o più mezzi di sollevamento;c) non è obbligatoria.

    12) La verifica dell’imballaggio e dei legami degli oggetti da sollevare:


    a) è a cura del trasportatore;b) è a cura del magazziniere;c) è a cura dell’operatore carrellista..

    13) Il sollevamento di persone con mezzi atti al sollevamento di cose:


    a) è consentito se con frequenza mensile;b) non è mai consentito;c) è consentito solo in casi eccezionali.

    14) Il registro di manutenzione:


    a) è obbligatorio solo per i carrelli elevatori di nuova costruzione;b) è obbligatorio per tutti i carrelli elevatori, anche se non fornito dal fabbricante;c) non è obbligatorio.

    15) Per gli operatori di attrezzature l’assunzione di alcol durante la giornata lavorativa:


    a) è sempre vietata, anche in pausa pranzo;b) è vietata solo durante l’orario di lavoro;c) è consentita con moderazione purché si resti sotto la soglia indicata dal Codice della Strada.


    Per presa visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679