TEST PER LA VERIFICA DI APPRENDIMENTO

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

    Da compilarsi a cura del partecipante:









    gg/mm/aaaa

    -----------------------------------------

    1) Il rischio che cos’è?


    a) La conseguenza di un evento pericolosob) La proprietà intrinseca di un determinato fattore o oggetto di causare un danno durante il suo utilizzoc) La probabilità di subire un danno in conseguenza dell’esposizione a una situazione pericolosa che è considerata tale per la presenza di una o più fonti di pericolo

    2) I rischi di natura infortunistica sono quelli che riguardano:


    a) la sicurezza dei lavoratorib) la salute dei lavoratoric) la sicurezza e la salute dei lavoratori

    3) I rischi di natura infortunistica sono quelli che possono provocare:


    a) invalidità temporaneab) incidenti o infortunic) malattie professionali

    4) I rischi di natura igienico-ambientale sono quelli che possono provocare:


    a) inquinamento dell’ariab) malattie professionalic) inquinamento acustico

    5) Che cos’è il danno?


    a) L’effettiva esposizione a un rischiob) la concreta presenza di un pericoloc) L’effetto negativo causato da un evento che si è determinato a seguito dell’esposizione a un pericolo che ha provocato una lesione psicofisica a uno o più lavoratori

    6) La conseguenza dell’esposizione prolungata a sostanze pericolose causa un danno, definito come:


    a) malattia professionaleb) infortunio sul lavoroc) patologia in itinere

    7) Le lesioni fisiche subite a seguito dell’impigliamento di un arto in un ingranaggio meccanico sono:


    a) malattie professionalib) infortuni sul lavoroc) rischi lavorativi

    8) L’ipoacusia, ovvero la sordità, causata da ragioni di lavoro è:


    a) una malattia professionaleb) un infortunio sul lavoroc) un’alterazione genetica-ambientale

    9) Che cosa si intende per “prevenzione sul lavoro”?


    a) L’insieme delle disposizioni che bisogna rispettare durante il lavoro per evitare di contrarre una malattia professionaleb) L’insieme delle norme a tutela della salute dei lavoratoric) L’insieme delle misure previste per evitare che si verifichi un evento dannoso

    10) Che cosa si intende per “protezione sul lavoro”?


    a) L’elenco completo dei dispositivi che i lavoratori devono indossare per non subire lesioni fisiche e abrasionib) L’insieme delle misure previste e finalizzate a limitare le conseguenze di un evento dannoso, dal momento che si verificac) Il complesso delle norme poste a tutela della salute dei lavoratori

    11) Nel caso si debba intervenire per una riparazione o per una manutenzione di un’attrezzatura con organi in moto, qual è la prima precauzione di prevenzione che è necessario attuare?


    a) Fermare l’attrezzatura con l’apposito pulsante di arrestob) Interrompere l’alimentazione (elettrica e non) dell’attrezzaturac) Chiamare il responsabile dell’attrezzatura

    12) Lavorando in una postazione allestita con videoterminale, le regolazioni del sedile e dello schienale della sedia, hanno lo scopo di:


    a) assicurare al lavoratore una postura ergonomicamente correttab) prevenire che il lavoratore possa subire nel tempo danni alla vistac) garantire la comodità dell’utilizzatore

    13) Con riferimento alle misure di prevenzione dei rischi lavorativi, le prove pratiche per far apprendere ai lavoratori i comportamenti sicuri che devono adottare rientrano tra le procedure di:


    a) formazioneb) addestramentoic) informazione

    14) Tra i diversi soggetti aziendali, chi ha il compito di effettuare la vigilanza sui lavoratori?


    a) il dirigenteb) il prepostoc) il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

    15) Il lavoratore soggetto a sorveglianza sanitaria può rifiutare di sottoporsi agli accertamenti che la stessa prevede?


    a) Può rifiutarsi in quanto è sua la decisone di sottoporsi o meno ai controlli sanitari e in quali circostanzeb) No, non può rifiutarsi in quanto il sottoporsi agli accertamenti e ai controlli previsti dalla sorveglianza sanitaria è uno degli obblighi che la normativa di sicurezza pone a carico dei lavoratoric) Sì, ma solo in caso di giustificato motivo

    16) Per “gruppi omogenei di lavoratori” si intende:


    a) un insieme di lavoratori che svolgono il medesimo tipo di attivitàb) un insieme di lavoratori che lavorano nello stesso repartoc) un insieme di lavoratori dello stesso sesso

    17) Quale, tra quelli di seguito elencati, è un “gruppo omogeneo di lavoratori”?


    a) Tutte le donne di un reparto confezionamentoib) Tutti i lavoratori uomini dell’aziendac) Tutti i videoterminalisti

    18) La valutazione dei rischi è:


    a) l’elenco delle situazioni pericolose presenti in azienda e che possono provocare infortuni e malattie professionali che il datore di lavoro compila e tiene in evidenza per programmarne la graduale eliminazioneb) la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori presenti nell’ambito dell’organizzazione in cui prestano la propria attività, finalizzata a individuare le adeguate misure di prevenzione e protezione e a elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezzac) la lista delle esigenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro effettuata dal rappresentante sindacale che ha la delega estesa agli aspetti di sicurezza e salute

    19) Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, o RLS, è:


    a) il rappresentante sindacale, con delega estesa agli aspetti di sicurezza e salute sul luogo di lavorob) il capo responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischic) una figura eletta o designata dai lavoratori per rappresentarli, come elemento di raccordo con l’azienda, per tutte le problematiche attinenti agli aspetti di sicurezza e salute sul luogo di lavoro

    20) Il datore di lavoro designa i lavoratori incaricati di far parte delle squadre di emergenza, sia per la prevenzione incendi che per il primo soccorso. I lavoratori designati possono rifiutare l’incarico?


    a) Sì, perché tale incarico è su base volontariab) Sì, ma solo per giustificato motivoc) No, in nessun caso

    21) Gli obblighi del lavoratore prevedono tra l'altro:


    a) deve partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavorob) deve partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro solo se ritiene che l'argomento trattato possa essere utile allo sviluppo delle sue competenzec) deve partecipare ai programmi di formazione organizzati dal datore di lavoro ma ha facoltà di partecipare ai programmi di addestramento

    22) La riunione periodica per la sicurezza:


    a) È obbligatoria per le aziende con almeno 15 lavoratorib) È obbligatoria per tutte le aziendec) È facoltà del datore di lavoro farla

    23) Tra I compiti del RLS vi è:


    a) Fare proposte in merito alla prevenzioneb) Promuovere l’attuazione di misure di prevenzione idoneec) Entrambe le risposte

    24) Quanto dura l’incarico del RLS:


    a) 3 annib) 2 annic) per sempre

    25) RLS è soggetto a sanzioni penali:


    a) Sib) Noc) Solo in caso di comportamento omissivo rispetto ai propri compiti

    26) RLS è tenuto a frequentare corsi di aggiornamento:


    a) Ogni annob) Ogni 2 annic) Dipende dal numero di lavoratori

    27) I compiti del RLS sono indicati:


    a) Dal D;Lgs.81/08b) Dal D.Lgs.81/08 fatto salvo quanto indicato dalla contrattazione collettivac) Dal datore di lavoro

    28) Cosa controlla RLS:


    a) L’applicazione delle normeb) Il rispetto degli impegni eventualmente presi durante la riunione periodicac) Entrambe le risposte


    Per presa visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679