TEST PER LA VERIFICA DI APPRENDIMENTO

CORSO PREPOSTI

    Da compilarsi a cura del partecipante:









    gg/mm/aaaa

    -----------------------------------------

    1) Che cosa si intende nel Decreto n.81/2008 e smi. per valutazione dei rischi?


    a) La valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’organizzazione aziendale, finalizzata ad individuare adeguate misure di prevenzione e protezione e ad elaborare il programma delle azioni da svolgere.b) La valutazione dei rischi cui sono esposti solo alcune categorie di lavoratori.c) La valutazione dei rischi relativa ai reparti dove si svolgono le lavorazioni più pericolose.

    2) Chi è titolare dell’obbligo di valutazione dei rischi?


    a) Il tecnico responsabile del servizio di prevenzione e protezione.b) Il datore di lavoro.c) Il datore di lavoro o il tecnico responsabile del servizio di prevenzione e protezione a loro scelta.

    3) La formazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza con particolare riferimento al loro posto di lavoro e alle loro mansioni è obbligatoria in occasione di:


    a) Assunzione.b) Acquisto di nuove macchine.c) Assunzione, trasferimento o cambiamento di mansioni, introduzione di nuove attrezzature/macchine, tecnologie, sostanze pericolose.

    4) Ogni lavoratore è responsabile solo della propria sicurezza?


    a) Si, perché a quella degli altri lavoratori ci deve pensare il datore di lavoro.b) Si, ma anche di quella delle altre persone presenti nei luoghi di lavoro.c) No, deve essere il preposto che ci pensa.

    5) Un preposto deve?


    a) Pagare gli stipendi ai lavoratori e dare ordini tutto il giorno. È il capo.b) Sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge.c) Lavorare meno degli altri perché è il capo cantiere.

    6) Mancati infortuni/incidenti devono:


    a) Essere comunicati solo se si ha tempo e voglia per poter prendere i provvedimenti necessari per impedire il riprodursi della stessa possibile situazione di rischio.b) Non devono essere mai comunicati per non essere presi in giro dai colleghi.c) Essere immediatamente comunicati per poter prendere i provvedimenti necessari per impedire il riprodursi della stessa possibile situazione di rischio.

    7) Il preposto deve?


    a) In caso di esigenza lavorativa richiedere l’inosservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, non abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa.b) In casi di emergenza far disattendere ai lavoratori tutte le prescrizioni per la sicurezza sul lavoro.c) Richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa.

    8) Cosa comporta accettare l’incarico di preposto?


    a) Comporta un aggravio di responsabilità.b) Non comporta alcun aggravio di responsabilità.c) Non si può continuare l’attività di coordinamento e direzione di altri lavoratori.

    9) Il preposto deve vigilare sul corretto uso dei DPI da parte dei lavoratori e se riscontra inadempienze deve intervenire tempestivamente per richiederne l'uso?


    a) Sì, in quanto rientra in uno degli obblighi della figura preposta.b) No è sufficiente che abbia provveduto a fornirli ai lavoratori e avere richiesto la loro firma sul modulo di consegna.c) Sì, ma solo se richiesto dal Coordinatore per l'esecuzione.

    10) Il preposto:


    a) Per eccezioni debitamente motivate, può richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato.b) Non ha responsabilità nelle situazioni di emergenza.c) Deve astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato.

    11) Per quali dei sottoscritti DPI vi è l'obbligo di addestramento degli utilizzatori?


    a) Per l'uso del casco, dei guanti e delle imbracature di sicurezza.b) Per i DPI di protezione delle vie respiratorie e per i DPI di III^ Cat.c) Per tutti i DPI.

    12) Qualora il preposto venga a conoscenza di anomalie significative nel funzionamento di un’attrezzatura utilizzata in luogo di lavoro, cosa deve fare?


    a) Segnalarlo tempestivamente al diretto superiore gerarchico e vietarne l'uso ai lavoratori.b) Informare del problema il lavoratore che la utilizza e invitarlo ad usarla con la massima cautela fino al termine del turno di lavoro.c) Informare, a fine turno, il datore di lavoro e attendere le istruzioni del caso.

    13) I lavoratori in attuazione della normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro sono obbligati a:


    a) Togliere i dispositivi di sicurezza dalle apparecchiature se inutilizzabili.b) Seguire i comportamenti dei colleghi più anziani.c) Utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione messi a disposizione dal datore di lavoro.

    14) I lavoratori sono inoltre obbligati a:


    a) Compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza se le necessità di lavoro lo richiedono.b) Non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria o di altri lavoratori.c) Far compiere di propria iniziativa operazioni o manovre ad altri operatori di cantiere, se le necessità di lavoro lo richiedono.

    15) In caso di infortunio nell’area di competenza, cosa dovrà fare il preposto?


    a) Dimostrare che non c’erano fondi per garantire la sicurezza.b) Dimostrare che la vigilanza sui luoghi di lavoro spetta solo al datore di lavoro.c) Dimostrare di aver osservato gli obblighi correlati alla sua funzione di vigilanza.

    16) Quale dei seguenti DPI risulta essere sicuramente di III^ categoria?


    a) Caschetto della sicurezza con sottogola.b) Imbracatura anticaduta.c) Guanti.

    17) Scheda di sicurezza ed etichetta di un prodotto chimico danno le stesse informazioni? Pertanto è indifferente che in un luogo di lavoro vi sia una o l’altra?


    a) No non danno assolutamente le stesse informazioni. Devono essere entrambe presenti presso i luoghi di lavoro.b) No, non danno assolutamente le stesse informazioni. Ma a seconda dell’attività che faccio basta che ce ne sia almeno una delle due.c) Forniscono le stesse informazioni. Devono essere sempre presenti.

    18) In merito al tesserino di riconoscimento:


    a) I lavoratori di aziende che svolgono attività in regime di appalto o subappalto, devono esporre apposita tessera di riconoscimento.b) I lavoratori autonomi non hanno obbligo.c) I lavoratori di aziende che svolgono attività in regime di appalto o subappalto, non devono esporre obbligatoriamente apposita tessera di riconoscimento.

    19) Comunicare la Sicurezza è importante perché:


    a) Migliora la produttività aziendale.b) Trasforma la Sicurezza sul Lavoro da un adempimento legislativo obbligatorio ad un sistema per la creazione di un processo lavorativo di qualità fondato su migliori relazioni interpersonali.c) Non credo sia importante perché la sicurezza è comunque un obbligo legislativo.

    20) Nella comunicazione per la sicurezza:


    a) Il preposto deve intervenire con prepotenza.b) Il preposto deve convincere e persuadere i lavoratori in merito all’importanza di comportamenti corretti.c) Il preposto deve solo far rispettare gli adempimenti di legge.


    Per presa visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679