TEST PER LA VERIFICA DI APPRENDIMENTO

FORMAZIONE, INFORMAZIONE, ADDESTRAMENTO

    Da compilarsi a cura del partecipante:









    gg/mm/aaaa

    -----------------------------------------

    1) Col termine «informazione» in ambito prevenzionistico, si intende il complesso delle attività dirette a fornire conoscenze utili alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi in ambiente di lavoro


    VEROFALSO

    2) Col termine «formazione» in ambito prevenzionistico, si intende il complesso delle attività dirette a fare apprendere l'uso corretto di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi di sicurezza, D.P.I. procedure di lavoro


    VEROFALSO

    3) L’addestramento e la formazione devono avvenire in occasione di :
    a) inizio attività lavorativa
    b) trasferimento o cambiamento di mansioni
    c) introduzione di nuovi rischi (attrezzature, sostanze, ecc.)


    VEROFALSO

    4) L’utilizzo di attrezzature portatili di uso complesso e che possono comportare pericoli (ad esempio motosega, troncatrice, transpallet elettrico, ecc.) prevedono uno specifico e adeguato addestramento, ma non l’obbligo di una specifica e adeguata formazione


    VEROFALSO

    5) L’accordo Stato Regioni del 22.02.2012 (accordo attrezzature), definisce tra l’altro i criteri ed i contenuti con cui devono essere realizzati i corsi di formazione necessari per ottenere l’abilitazione alla conduzione di particolari attrezzature (es. carrelli elevatori)


    VEROFALSO

    6) Secondo l’accordo Stato Regioni del 21.12.2011 (formazione lavoratori, dirigenti e preposti), il preposto deve effettuare oltre alla formazione come lavoratore (8-12-16 ore minimo a seconda della classe di rischio) ulteriori 4 ore di formazione aggiuntiva per preposti, che deve aggiornare ogni 6 anni con 8 ore di formazione specifica


    VEROFALSO

    7) Solamente i formatori in possesso dei requisiti indicati nel decreto interministeriale 6 marzo 2013 sono abilitati ad erogare formazione in materia di salute e sicurezza e solamente all’interno delle aree tematiche di loro competenza


    VEROFALSO

    8) Il datore di lavoro è tenuto ad informare i lavoratori in merito ai risultati delle valutazioni dei rischi


    VEROFALSO

    9) Il RSPP è tenuto ad informare i lavoratori in merito ai risultati dei campionamenti biologici e degli esami clinici effettuati dal medico competente nell’ambito della sorveglianza sanitaria


    VEROFALSO

    10) Nelle aziende classificate ad alto rischio secondo la classificazione ATECO, in cui i lavoratori sono obbligati ad effettuare una formazione di almeno 16 ore in materia di sicurezza, gli addetti all’antincendio devono effettuare la formazione per attività classificate ad alto rischio come definite dal D.M. 10.03.98 e quindi un corso per addetti antincendio di 16 ore complessive


    VEROFALSO


    Per presa visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679